Jim McCartney (Italiano)

Il padre di Paul McCartney nacque il 7 luglio 1902 in 8 Fishguard Street, Everton, da Joseph e Florence McCartney. Aveva cinque sorelle: Edith, Ann, Millie, Annie e Jin e due fratelli, Jack e Joseph, un altro fratello Joe era morto e una sorella Alice era morta alletà di diciotto mesi lanno prima della nascita di James.

Nei suoi primi anni è stato allevato in Solva Street a Everton, una stradina acciottolata di case a schiera.

Ha frequentato la Steer Street School di Everton e, mentre era ancora a scuola, ha ottenuto un impiego in una sala da musica locale, lEverton Theatre Royal, come lampboy.

Paolo avrebbe detto: “Ha effettivamente bruciato pezzi di calce per le luci della ribalta”.

Jim è stato assunto per vendere programmi prima di ogni spettacolo. Poi raccoglieva i programmi scartati alla fine dello spettacolo e correva a casa in modo che sua sorella Millie potesse sistemarli in tempo per il secondo spettacolo, poi li rivendeva, ma questa volta intascando i soldi.

La famiglia aveva un vecchio pianoforte di seconda mano, originario del NEMS (il negozio della famiglia Epstein, North End Music Stores), che le era stato regalato. Era installato nel salotto di McCartney e Jim imparò a suonare da solo, suonando melodie che aveva “sentito la sera prima al music hall.

La famiglia aveva persino quelle che chiamavano” notti libere “quando amici o parenti arrivavano per una cantilena portando con sé una libbra di qualcosa o altro come lo zucchero o il tè.

Alletà di dieci anni Jim si era rotto il timpano destro cadendo da un muro, ma ha continuato con il suo amore per la musica e ha imparato da solo a suonare gli accordi.

Ha lasciato la scuola alletà di quattordici anni nel 1916 per un impiego a tempo pieno presso A Hannay & Company, Cotton Merchants, in Chapel Str eet, dove guadagnava sei scellini a settimana come ragazzo campione. Alletà di 28 anni è stato promosso a venditore di cotone al Cotton Exchange, guadagnando 5 sterline a settimana.

Fu verso la fine della prima guerra mondiale che Jim fondò una band swing con suo fratello Jack al trombone per suonare alle funzioni locali. Si chiamavano Masked Melody Makers e avevano un trucco per indossare maschere arlecchino nere. A un incontro, lalta temperatura fece gocciolare lentamente la tintura nera sui loro volti, così abbandonarono le maschere e il nome. Sono diventati la Jazz Band di Jim Mac e indossavano giacche da sera con risvolti e polsini di carta. Suonavano ai balli, ai social e occasionalmente nei cinema, e davano musica in un cinema per il film muto The Queen Of Sheba.

I brani che Jim scelse di suonare per il film includevano “Thanks For The Buggy Ride”, suonato durante la scena del carro e “Horsey Keep Your Tail Up” per la sequenza sul letto di morte della regina.

Il repertorio della band comprendeva “Birth Of The Blues”, “Some Of These Days”, “Chicago”, “Stairway To Paradise” e la composizione di Jim “Walking In The Park With Eloise” .

Oltre ad essere pianista, Jim iniziò anche a suonare la tromba, ma quando i suoi denti cedettero, si esibì solo al piano.

Jim adorava le agitazioni e il gioco dazzardo una volta lo metteva nei guai. Quando la famiglia viveva a West Derby, voleva raccogliere dei soldi per mandare sua madre in vacanza, ma ha avuto una serie di sconfitte terribili e si è trovato pesantemente indebitato.

Quando il suo capo, il signor Hannay, ne venne a conoscenza, invece di licenziarlo, gli prestò abbastanza soldi per saldare i suoi debiti e mandare sua madre in vacanza nel Devon. Jim ha poi rimborsato i soldi, risparmiando i soldi camminando per cinque miglia per andare al lavoro e tornare ogni giorno lavorativo per un anno intero.

La seconda guerra mondiale vide la fine degli impegni della band. Anche la Borsa del cotone chiuse i battenti per tutta la durata della guerra e Jim andò a lavorare come tornio alla Napier “s, la fabbrica di munizioni che specializzato nella costruzione del motore aeronautico Sabre. Allepoca Jim aveva 37 anni, praticamente troppo vecchio per essere chiamato per il servizio militare, e “era stato anche esonerato dal servizio nazionale a causa della sua disabilità uditiva.

Una notte ha incontrato Mary Mohin, una sorella che allatta al Walton Hospital, a casa di sua sorella Jin e il 15 aprile 1941 i due si sposarono nella cappella cattolica romana di St Swithin, Gill Moss, sebbene Jim fosse agnostico. Jim aveva 38 anni mentre Mary ne aveva 31.

Mentre lavorava alla Napier “s, sentiva di dover partecipare a qualche ulteriore lavoro per aiutare lo sforzo bellico e di notte diventava un vigile del fuoco volontario.

Il primo figlio della coppia, James Paul McCartney, è nato a Walton Hospital. Con lorrore iniziale di Jim, “aveva un aspetto orribile … come un orribile pezzo di carne rossa”, ha detto, ed è andato casa dove si è rotto e ha pianto.

Vivevano in stanze ammobiliate allepoca e quando Mary mise il suo bambino su una carrozzina nella stagione calda quellestate, rimase inorridita nel trovare il suo viso ricoperto di macchie di polvere e insistette perché cambiassero casa . Poiché il lavoro di Jim alla Napiers era classificato come lavoro per il ministero dellAeronautica, potevano trasferirsi in una casa sponsorizzata dal governo e trasferirsi al 92 di Broadway Avenue nel villaggio di Wallasey.

Il lavoro alla Napier “s terminò e Jim iniziò a lavorare al dipartimento di pulizia della Liverpool Corporation. La paga era notoriamente bassa, quindi Mary dovette tornare a lavorare.

Ha smesso di lavorare di nuovo temporaneamente quando è nato il secondo figlio della coppia, Michael, ma a quel punto si erano trasferiti in una casa prefabbricata in Roach Avenue, nella Knowsley Estate.

Grazie al lavoro di Mary, sono riusciti a trasferirsi di nuovo al 72 Western Avenue, Speke.

Da quando la guerra era finita, Jim aveva lasciato il reparto di pulizia per il suo vecchio lavoro presso alla Cotton Exchange, anche se la paga rimaneva bassa a £ 6 a settimana.

La famiglia si trasferì quindi in 12 Ardwick Road e in seguito si stabilì a 20 Forthlin Road.

Paul conferma che il suo il padre ha avuto una grande influenza sulla sua vita. “Non esagerare mai. Bevi qualcosa, ma non essere un alcolizzato. Fatti una sigaretta, ma non essere un caso di cancro “, gli disse.

Doveva anche dire:” Mio padre era un pianista di orecchio e poi un trombettista finché i suoi denti non gli cedettero. Era un bravo pianista, sai, ma non mi avrebbe mai insegnato, perché sentiva che dovresti imparare bene. È stato un po seccante, perché molte persone hanno detto che faccio accordi molto come faceva lui. Sono sicuro di averlo imparato negli anni.

In unaltra occasione ha commentato: “Papà suonava spesso la cornetta, solo per divertimento, a casa. Questa è stata la mia prima influenza musicale, diciamo, alletà di cinque anni. Questo e la radio, ascoltando il Lussemburgo sotto le lenzuola, il Top Twenty Show di domenica sera. ”

Naturalmente, Jim fu devastato quando Mary morì. “Mia moglie mi mancava, mi ha picchiato per sei quando è morta”, ha detto. “Il più grande mal di testa era che tipo di genitore sarei stato.”

Milly e Jinny, due delle sue sorelle, venivano regolarmente in casa per dare una mano nelle pulizie e suo figlio Mike doveva commentare,

“Doveva decidere di essere un padre o una madre per i suoi due ragazzi in crescita. Fortunatamente, ha scelto di essere entrambi, una decisione molto difficile quando “ti sei abituato a essere luomo di casa”.

Quando i Silver Beetles erano data lopportunità di visitare la Scozia con il sostegno di Johnny Gentle, Paul mentì a suo padre.

Al suo ritorno dalla Germania, Jim insistette perché Paul trovasse un lavoro e si iscrisse alla borsa del lavoro. Trovò lavoro in una azienda locale, ma presto rinunciò.

Jim “non pensava molto alla Caverna e disse a Paul:” Avresti dovuto essere pagato con i soldi del pericolo per andare laggiù “. Allinizio era anche sospettoso di Brian Epstein, definendolo “un ragazzo ebreo”.

Allinizio della “carriera dei Beatles, Paul doveva dire”, papà mi ha sempre incoraggiato a dedicarmi alla musica. Gli piace il nostro suono, credo, ma a volte dice che “siamo un po troppo lontani da casa. Ha sopportato le mie sessioni di pratica per anni, il che dimostra che è” un uomo coraggioso “.

Commentando il suo padre, Mike McCartney ha detto: “Mio padre mi ha insegnato molte cose; gli dobbiamo entrambi molto. È un uomo molto buono, ed è un uomo molto testardo. Assomiglia più a Paul che a me, ma “ce lho dentro di me.

” Naturalmente, sarebbe stato facile per lui se ne fosse andato con altri uccelli quando la mamma è morta, o se ne sarebbe andato fuori a ubriacarsi ogni notte. Ma non lo fece. Rimase a casa e si prese cura di noi.

“È” un brillante venditore con un ottimo cervello per gli affari e sarebbe potuto arrivare al vertice degli affari se avesse giocato al regole come sono adesso, se avesse voluto uccidere. Sapeva che per essere un buon uomo daffari devi avere quella vena assassina, e lui non era preparato per essere così. E avrebbe significato trascurarci, e non era nemmeno preparato a farlo. Ci ha detto che devi essere pronto a uccidere se vuoi arrivare in cima, e se lui “fosse stato disposto a pagare prezzo che avrebbe potuto arrivarci. Ma non era preparato a farlo – e questa è la grande lezione che ci ha insegnato. È stato cancellato da entrambi; nessuno di noi ha mai avuto una serie di successi assassini. “

Il 6 luglio 1964, dopo la prima di A Hard Day” s Night a Londra, era la vigilia del compleanno di Jim. Mentre partecipavano al festa dopo lo spettacolo al Dorchester Hotel, Jim è stato presentato alla principessa Margaret. A mezzanotte Paul ha detto: “Buon compleanno, papà” e gli ha consegnato un dipinto di un cavallo.

“Grazie, figliolo, molto bello “, disse Jim, pensando:” È molto carino, ma non avrebbe potuto fare di meglio “, quando Paul rivelò che il dipinto era di un cavallo da corsa da £ 1.050 chiamato Drake” s Drum che “aveva comprato come suo padre è presente.

Jim era felicissimo, “stupido bastardo”, ha detto.

Sempre nel 1964, quando Jim aveva 61 anni, Paul chiese a suo padre se voleva ritirarsi dal suo lavoro da 10 sterline a settimana al Cotton Exchange. Disse che “lavrebbe mantenuto per il resto della sua vita e gli avrebbe comprato una bella casa a Heswall,” dallaltra parte dellacqua “dal Liverpool. Jim era felicissimo.

Il 1964 fu anche lanno in cui Jim si risposò. La sua sposa era Angela Lucia Williams, una vedova di Northwood, Kirby, che aveva 28 anni meno di lui e madre di una figlia di cinque anni, Ruth.

Si sono sposati il ​​24 novembre nella chiesa di St Bridget a Carrog, nel Galles del Nord. Allepoca Jim possedeva una casa, “Afon Rho” a Carrog e il vicario della chiesa era il reverendo DJ Bevan, un ex cap-Iain del Walton Hospital, Liverpool, dove erano nati Paul e suo fratello Mike e dove aveva lavorato Mary McCartney.

Morte [modifica | modifica sorgente]

Jim aveva è stato colpito da artrite per un po di tempo e per otto anni prima della sua morte gli attacchi sono stati paralizzanti. Ha dovuto trasferirsi in un bungalow e Paul ha comprato “Rembrandt”, la sua casa, da lui. Jim è morto nella sua casa di Heswall il 13 marzo 1976. Le sue ultime parole furono: “Sarò presto con Mary”.

Jim aveva 73 anni. John Lennon, a New York, è stato uno dei primi a sapere della morte di Jim ed è stato lui a telefonare a Paul per comunicargli la triste notizia.

Il funerale si è svolto il 22 marzo e Jim è stato cremato al cimitero Landican.

Paul non ha partecipato al funerale di suo padre. Suo fratello Mike ha detto: “Non era una coincidenza che Paul fosse sul continente in quel momento. Paul non avrebbe mai affrontato questo genere di cose. “

Harry, Bill.” McCartney, James (father) “, The Paul McCartney Encyclopedia. Virgin Books, Copyright 2003

Jim McCartney con i suoi figli Paul (L) e Mike (R)

Questo articolo è uno stub
Per favore espanderlo se puoi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *